11 dicembre: uno sciopero necessario

dicembre 10, 2009 § 1 Commento

Lo sciopero dell’11 dicembre è un atto di onestà da parte di chi crede nella Scuola come sistema valoriale e come presidio di conoscenza.
La verità è che stanno cercando di affossare la scuola pubblica in tutti i modi, minando la credibilità e la dignità di chi lavora al suo interno e facendo in modo che si trasformi in un altro organismo apparato di uno stato centralista, accentratore e totalizzante.
C’è ancora chi crede all’autonomia della Scuola, chi crede che la Scuola debba configurarsi come un insieme di persone coordinate e coinvolte in un unico progetto formativo; c’è chi crede ancora che valga la pena investire nella Scuola magari a scapito di presunte missioni di pace nel mondo ed altri contingenti militari.
Se c’è ancora chi crede in questo e soprattutto nella Scuola come un insieme di persone e non di target, numeri, statistiche irrilevanti perché non congrue con lo statuto stesso della Scuola, allora domani è proprio il momento di far sentire la propria voce.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Cittadinanza e costituzione: a quando la parola definitiva?

novembre 15, 2009 § 2 commenti

In una recente intervista al Corriere della Sera, il ministro Gelmini ha affermato:

Cittadinanza e Costituzione non sarà una materia a sé stante, non darà luogo a un voto né prevederà un testo base.

Fin qui nulla di male, se non che quest’arguta osservazione è arrivata “fuori tempo massimo”, ovvero quando ormai sono stati fatti tutti gli aggiustamenti possibili di cattedra, sono stati assecondati i suggerimenti delle case editrici, gli insegnanti hanno iniziato a insegnare la materia secondo le indicazioni della Riforma.

Ancora una volta non è chiaro fino a che punto si stia navigando a vista: manca una politica d’insieme. Piuttosto siamo sempre in balìa di capricci ora di un governo ed ora di un altro. Peccato che poi a farne le spese sono i lavoratori che perdono posti di lavoro, le famiglie che vedono aumentare i dubbi sul futuro dei loro figli, gli alunni stessi a cui manca un solido piano formativo.

O tempora, o mores!

Dirigenti poco illuminati

novembre 9, 2009 § 1 Commento

Accade che i malati di cancro non vedano riconosciuti il loro diritto alla salute, sacrosanto e costituzionale:

Articolo 32 della Costituzione: La Repubblica tutela la salute come fondamentale dirittodell’individuo e interesse della collettività.

Al contrario la povera insegnante di Latina non solo non ha vista riconosciuta la sua gravità della sua malattia e quindi le richieste per l’aspettativa, ma -sotto il giogo di un possibile licenziamento- si è recata sul posto di lavoro durante i periodi della chemioterapia e della radioterapia.

« Leggi il seguito di questo articolo »

La certezza dell’incertezza

ottobre 27, 2009 § Lascia un commento

L’aria che si respira ultimamente nelle scuole si tinge di un’unica certezza: nulla è certo!
Ogni giorno infatti si susseguono notizie contrastanti fra di loro e comunque spesso volte ad aumentare l’entropia ed il caos piuttosto che a fare ordine. Del resto non è da escludere che tutto ciò faccia parte di un disegno ben preciso, quello di estremizzare l’instabilità del sistema per giustificare interventi dall’alto risolutivi (come i vari dPR che di urgente non hanno nulla).

« Leggi il seguito di questo articolo »

Come smantellare la scuola pubblica

ottobre 22, 2009 § Lascia un commento

L’articolo 3 del DDL Aprea (953), così come risulta modificato nel luglio scorso (2009) è aberrante: è di colpo eliminato il Collegio Docenti!, l’organo tecnico della didattica per eccellenza.

Come al solito chi è pronto a legiferare si sta muovendo in modo subdolo, perché prima ha attirato l’attenzione da una parte, quindi ha sferrato un colpo mortale da un’altra. Nella fattispecie all’inizio il punto di maggiore discordia era la sostituzione del Consiglio d’Istituto con il Consiglio d’Amministrazione: la notizia aveva fatto storcere il naso a tutti i ‘buongustai’ della Scuola e subito -a distanza di un anno- l’on. Aprea ha accettato di rinominare il CDA in Consiglio d’Indirizzo.

Nel frattempo però -quasi in silenzio come nel caso della riforma Gelmini, che all’inizio sembrava tutta incentrata su grembiulino, maestro unico, primarie etc (specchietto per le allodole!), ma poi si è abbattuta funestamente sulla scuola secondaria di primo grado- ha eliminato il Collegio Docenti, sostituito da Dipartimenti Tecnici. E così alla fine i poveri illusi nella Commissione Parlamentare dell’on. Aprea sono convinti di aver vinto una battaglia, che peraltro è solo nominale, mentre invece saranno responsabili di una gravissima sconfitta, sostanziale, che segnerà il declino della Scuola Autonoma, a favore della Scuola del Dirigente!

« Leggi il seguito di questo articolo »

Cominciano le pressioni e le bugie

settembre 14, 2009 § Lascia un commento

La Ministra Gelmini si adegua alla campagna annunciata da Berlusconi, il suo datore di lavoro (perché di certo io come cittadino italiano non le ho dato nessun mandato), e lancia bordate a sinistra.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Se il buongiorno si vede dal mattino

settembre 13, 2009 § Lascia un commento

Domani, 14 settembre, inizierà l’anno scolastico 2009-10.
Come? All’insegna dei tagli, delle incognite, delle illusioni.

scuola-sbadiglio-bambini

« Leggi il seguito di questo articolo »